L'Atelier du Temps - Conciergerie

Affitto breve vs. Affitto lungo

 

Hai intenzione di mettere a reddito la tua casa? Scopri quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi degli affitti turistici e degli affitti residenziali!

Quando decidi di mettere a reddito la tua seconda casa in Valle d’Aosta, che si trovi a Cogne, a Courmayeur o nella città di Aosta, occorre vagliare, con estrema cura, la modalità attraverso la quale fare rendere al meglio la tua proprietà. Qui di seguito spunti do riflessione e i consigli dell’Atelier du Temps!

Casa Affitti Brevi Aosta dell'Atelier du Temps | Agenzia di Affitti Turistici

Affittare un immobile è una forma di investimento e, come ogni investimento, prevede dei rischi.

Pertanto mettere a reddito la tua casa, richiede una valutazione concreta delle diverse tipologie di affitto per non rischiare di fare un salto nel buio o, peggio ancora, un buco nell’acqua.

QUANTA FRETTA, MA DOVE CORRI?

Sei pronto a mettere la tua casa nel mercato degli affitti?

Prima di intraprendere un’operazione del genere, assicurati di conoscerne i vantaggi e gli svantaggi, ovvero le opportunità di investimento e i punti critici da tenere in considerazione prima di iniziare. Non affrettarti nel dare in affitto la tua casa, ma prenditi un momento per considerare i vantaggi e gli svantaggi degli affitti a breve e lungo termine.

L’ATELIER DU TEMPS TI SPIEGA TUTTO!

Appurato che le case sono fatte per essere usate e vissute -*(anche qui perché riprendo una frase del blog) e che sarebbe un vero peccato non metterle a reddito lasciandole, magari  sempre chiuse e impedendo loro, di fatto, di fare da cassa di risonanza alle bellezze di Courmayeur – la perla delle Alpi, o magari ai prati di Sant’orso in quel di  Cogne, per non parlare della ridente Aosta – la Roma delle Alpi – L’Atelier du temps ti guida nel mare magnum dei pro e dei contro degli affitti turistici e degli affitti classici (guarda qui per scoprire il valore del tuo appartamento).

1. Tipologie d’affitto e le loro differenze

Prima di addentrarci nell’analisi dei pro e dei contro, vogliamo,  brevemente, chiarire le differenze in essere tra le due tipologie di affitto.

  1. Gli affitti brevi sono contratti di locazione la cui durata non può superare i 30 giorni: sono reolamentati a partire dal 1.11.23 dalla nuova normativa disciplinata dalle leggi Regionali della Valle d’Aosta n° 10 e 11 del 18.07.2023.
  2. Gli affitti residenziali prevedono un accordo stipulato tra il locatore, che mette a disposizione un alloggio,  per un lungo periodo (la durata di un contratto di locazione ( 4+4 anni in caso di canone libero, 3+2 anni in caso di canone concordato) e da un locatario che ne può godere versando una somma pattuita e impegnandosi a restituirlo alla scadenza prevista.

Che la sfida abbia inizio:

Entriamo adesso nel cuore della questione, ovvero proviamo ad analizzare i vantaggi e gli svantaggi degli AFFITTI TURISTICI che in Valle d’Aosta trovano una ragion d’essere grazie alle bellezze che la Regione offre agli amanti della montagna e della storia!

2.Affitto Breve: Perché Si!

  1. FLESSIBILITÀ: l’affitto a breve termine garantisce al proprietario una maggiore flessibilità di gestione dell’immobile perché gli permette di affittarlo nei periodi dell’anno che preferisce.
  2. MINORE USURA: la durata dei contratti d’affitto per le case vacanza garantisce che gli ospiti utilizzino l’immobile senza il rischio di arrecare alle case danni severi.
  3. MAGGIOR REDDITO: è possibile impostare tariffe differenti a seconda che ci si trovi in alta o bassa stagione. E non è tutto: si può anche prevedere una durata minima dell’affitto in alta stagione, per assicurarsi di massimizzare i profitti. In media un affitto breve può rendere il 40% in più rispetto ad un affitto a lungo termine.
  4. TOTALE ASSENZA DI MOROSITÀ: non correrai il rischio di perdere il reddito generato dal tuo immobile!
  5. SCAMBI CULTURALI: le locazioni brevi accolgono turisti che provengono dai quattro angoli della Terra e la tua casa messa a reddito per brevi periodi ti permetterà di conoscere persone diverse e condividere con loro esperienze che possono migliorare davvero la tua vita e alzare la tua energia!
  6. PROMOZIONE DELLA SHARING ECONOMY: affittare immobili a breve termine significa promuovere forme di consumo consapevole che prediligono la razionalizzazione delle risorse basandosi sull’utilizzo e sullo scambio di beni e servizi. Le locazioni brevi rientrano nell’economia collaborativa, la cosiddetta sharing economy che  si propone come un nuovo modello economico e culturale capace di diffondere i suoi effetti positivi sulla società in generale.

3.Affitto Breve: Perché No!

  1. MAGGIORE MANUTENZIONE E ADEGUAMENTI: gli affitti turistici richiedono il mantenimento della proprietà in uno stato eccellente per evitare il rischio di recensioni negative.
  2. MINORE GARANZIA DI REDDITO: l’effetto della stagionalità rappresenta un un problema per gli affitti a breve termine, ma a onor del vero, questo effetto non coinvolge in generale le località della Valle d’Aosta e ancor meno Cogne, Courmayeur e Aosta che possono contare su un’affluenza turistica a 360° o meglio a 360 giorni!
  3. CONCORRENZA DALLE PROPRIETÀ CIRCOSTANTI: nel mercato delle case vacanza e degli affitti turistici, l’offerta supera di gran lunga la domanda il che costituisce uno svantaggio soprattutto se la concorrenza per le locazioni brevi è particolarmente diffusa nella zona di riferimento.
  4. ONERI E ONORI: se non si hanno gli strumenti giusti,  la gestione degli affitti brevi diventa un lavoro impegnativo che richiede tempo fatica.
Affitti Brevi nel Centro di Aosta | L'Atelier du Temps

4.Affitto Classico: Perché Si!

  1. STABILITÀ: l’affitto a lungo termine implica minori preoccupazioni connesse all’amministrazione dell’immobile ( consegna delle chiavi, marketing, ecc.)
  2. REDDITO GARANTITO: l’affitto degli  immobili a lungo termine può garantire la sicurezza di un reddito mensile sul quale fare affidamento e le spese dei consumi  sono a carico degli affittuari.
  3. MINORE IMPEGNO: gli affitti classici richiedono meno lavoro per il proprietario  per quanto concerne la manutenzione dell’alloggio..
  4. MINOR COSTI: gli affitti residenziali gravano in maniera minore  sui costi per la manutenzione e la pulizia della casa da mettere a reddito.
  5. NESSUN COSTO PER L’ARREDAMENTO: gli affitti residenziali non comportano la necessità di arredare la proprietà, né di attrezzarla per le esigenze dei locatari.

5.Affitto Classico: Perché No!

1. RIDOTTA FLESSIBILITÀ: l’affitto a lungo termine, impedisce al proprietario di godere del proprio appartamento in maniera estemporanea, quando magari si presenterebbe la necessità di trascorrere qualche giorno in montagna o al mare.

2. MINOR CONTROLLO SULLA PROPRIETÀ: per ispezionare il proprio immobile, il proprietario è generalmente chiamato a rispettare un importante preavviso sia per la manutenzione, sia per un semplice controllo di routine. È probabile che si debba dare un notevole preavviso che potrebbe variare dalle 24 ore alla settimana e , in alcuni casi, anche di più.

3. RICERCA DELL’INQUILINO GIUSTO: occorre tempo per valutare i requisiti degli affittuari e spesso ci si trova davanti a delle sorprese in negativo, nonostante le impressioni positive raccolte durante il processo di raccolta delle referenze.

Conclusioni

Per comodità qui sotto abbiamo inserito una tabella riassuntiva ma l’ultima parola sta ai proprietari intenzionati a mettere a reddito le seconde case, ma va da sé che gli svantaggi dell’affitto breve potrebbero essere superati grazie al nostro intervento! Contattaci!

Differente e Pro e Contro tra affitti brevi e lunghi/ residenziali L'Atelier du Temps